Cracker all'attacco del sito della Riforma Brunetta

| 17 nov 2009
Ieri mattina il nuovo sito della Riforma Brunetta è stato attaccato da cracker subito dopo la sua presentazione. Al momento il sito risulta oscurato e non sembra essere raggiungibile.
L'operatività del sito è stata di poche ore, sufficiente per coagulare "più di 20mila utenti unici" e probabilmente anche l'interesse dei pirati informatici. Si è trattato di un attacco in stile Dos (Denial of service) che riempiendo di richieste il server ministeriale ha di fatto reso www.riformabrunetta.it non accessibile.
"Tanta attenzione ha evidentemente suscitato le ire di quanti avversano l'azione del ministro per la Pubblica amministrazione e l'Innovazione. A partire dall'una del pomeriggio è stato infatti attaccato senza sosta da un gruppo nutrito di cracker e ancora adesso i tecnici di Palazzo Vidoni sono al lavoro per garantire nel più breve tempo possibile il ripristino delle funzionalità del portale", ha dichiarato il Ministro della PA, Renato Brunetta.
La Polizia Postale ha già avviato le indagini; una delle prime ipotesi è che siano stati utilizzati "bot" capaci di interrogare i server migliaia di volte al minuto, e quindi provocare il collasso degli stessi.

(fonte: Tom's Hardware Guide)
Se ti è piaciuto l'articolo, iscriviti al feed per tenerti sempre aggiornato sui nuovi contenuti del blog!


0 commenti:

Posta un commento