Censis: cresce l'utilizzo di Google News come fonte primaria di informazione

| 13 ott 2013
Per informarsi lo strumento condiviso da quasi tutti e' il telegiornale: vi ricorre l'86,4% degli italiani (che erano gia' l'80,9% nel 2011) ma cresce nettamente l'utilizzo dei motori di ricerca su Internet come Google.
Leggi tutto...

Samsung Galaxy S3 e Samsung Galaxy S3 mini: blocco degli aggiornamenti e crollo dei prezzi

|
Novità per Samsung Galaxy S3 e Samsung Galaxy S3 mini che provengono da una settimana senza nuovi aggiornamenti ma al contempo da un crollo dei prezzi dei due modelli. 
Leggi tutto...

Una App è lo smartphone diventa il telefono di casa

| 07 ott 2013
Basta una App, ora disponibile sia per Android sia per iOs sui rispettivi store, e il telefono cellulare è in grado di ricevere ed effettuare chiamate dall'utenza fissa.
Leggi tutto...

Due milioni di italiani 'tecnostressati': Sesso, calo desiderio e ansia

|
Il sesso ai tempi dei cellulari ipertecnologici, dei computer sempre accesi e dei tablet dalle mille funzioni. Fra  un telefonino che squilla, un tweet da leggere subito, sembra esserci poco spazio per il partner. La tecnologia con le sue continue sollecitazioni innervosisce, stanca, isola. 

Leggi tutto...

Innovazione Tecnologica: arrivano i cubi-robot che si auto-assemblano

|
Non siamo ancora (per fortuna) ai livelli di Terminator, ma iricercatori del Massachusetts Institute of Technology (Mit) sono riusciti a creare robot modulari che si auto-assemblano. La ricerca si deve soprattutto al lavoro di John Romanishin e Daniela Rus, che hanno presentato i loro risultati durante la Ieee/Rsj International Conference on Intelligent Robots and Systems. 
Leggi tutto...

Nel 2010, il sorpasso: Facebook più visitato di Google

| 02 gen 2011

Nel 2010 il sorpasso, negli USA Facebook batte Google e si afferma come il sito piu' visitato. Intanto intorno al social network si sta per aprire un nuovo capitolo della battaglia legale che si protrae da anni tra i gemelli Winklevoss, che avrebbero avuto l'idea da cui poi nacque Facebook, e il suo fondatore Mark Zuckerberg.

Il sito web di social network, secondo quanto rivela uno studio di Experian Hitwise, ha scalzato il motore di ricerca al primo posto della classifica dei portali piu' visitati negli Usa nell'anno appena concluso: fra gennaio e novembre Facebook e' stato visitato dall'8,93% dei navigatori contro il 7,19% di Google.com. Mountain View supera pero' Facebook se vengono inclusi nel conteggio tutti i siti che fanno capo a Google, fra i quali quali Youtube e Gmail. In questo caso infatti Google e' stato visitato dal 9,85% dei navigatori. Il terzo posto va in ogni caso a Yahoo! con l'8,12% dei navigatori.



Leggi tutto...

1 Gennaio 2011: un bug sull' iPhone non fa attivare la sveglia

|

Un 'bug' nel sistema operativo degli apparecchi della Apple non ha fatto suonare la sveglia la mattina del 1 Gennaio 2011 a iPhone, iPod e iPad. Apple fa sapere che il problema che potrebbe ripetersi anche nei prossimi giorni. L'allarme, da parte degli utenti, e' stato lanciato dapprima su Twitter, per poi essere ripreso sui siti specializzati come Endgadget e Macworld. I primi ad accorgersene sono stati, per ovvie ragioni di fuso orario, gli abitanti del Pacifico, ma progressivamente il problema è emerso anche in altre parti del mondo. Il baco si manifesta in maniera abbastanza semplice: una suoneria fissata per la giornata di oggi, non suona. L'unico modo per farla suonare è fissarla come sveglia ricorrente.

Il problema, spiegano gli esperti online, si e' verificato solo per coloro che avevano l'apparecchio acceso tra le 23.59 del 31 dicembre e le 00.00 dell'1 gennaio del rispettivo fuso orario, e solo per gli 'allarmi' non ricorrenti. Tuttavia Macworld fa sapere che il tutto dovrebbe risolversiil 3 gennaio.

Leggi tutto...

Google al lavoro sull'auto che si guida da sola

| 11 ott 2010
Grazie a Google il sogno di un auto che si guida da sola che sino ad ora sembrava un sogno da film di fantascienza e' diventato realta'. Anche stavolta la tecnologia e' riuscita a realizzare le suggestioni di scrittori e cineasti visionari. In particolare, a immaginare una macchina di questo tipo, era stato prima Stephen King, poi John Carpenter che ha tradotto nel grande schermo la sua idea. Il film, come il romanzo, del 1983, si chiamava, ''Christine, la macchina infernale''. Racconta proprio le vicende di un'auto che, come un essere vivente, si muove e agisce in modo autonomo. Ancora senza nome, questa 'self driving cars', ha gia' percorso almeno 140mila miglia su strade pubbliche, nello Stato della California, evitando ogni ostacolo grazie a un sistema integrato formato da potenti videocamere, sensori radar e navigatori in grado di controllare costantemente il percorso della vettura.
Tutti ovviamente coordinati da un computer a bordo. Secondo il New York Times, l'automobilista, o sarebbe meglio parlare di passeggero, si siede normalmente al suo posto ed e' comunque in grado di prendere il controllo della manovra in ogni momento. Per il blog del famoso motore di ricerca, il dipartimento della Motorizzazione della California ha gia' autorizzato la circolazione di queste auto, a patto che non circolino da sole. La stessa Google ha informato la polizia del 'Golden State' sulla loro invenzione, assicurando sempre la presenza di una persona a bordo, in grado di correggere ogni eventuale difetto. Dall'esterno, questa 'Google car', appare come una normale Toyota Prius, che ha sul tetto uno strano cilindro. Negli ultimi mesi in cui ha girato segretamente, scrive il Nyt, non avrebbe avuto bisogno di nessuna riparazione da parte dell'uomo, se non di un controllo preventivo sul funzionamento del software. Alcuni esperti ritengono che possa rappresentare una rivoluzione dello spostamento umano, paragonabile all'avvento di Internet.
Durante la fase di sperimentazione, l'unico problema e' stato causato dal tamponamento da parte di un altro automobilista a un semaforo. E contro chi non sa guidare, purtroppo, ancora non c'e' tecnologia che tenga. Il progetto e stato sviluppato da Sebastian Thrun, 43 anni, direttore del Stanford Artificial Intelligence Laboratory, ingegnere della Google e co-invetore del famosissimo programma Street View. Secondo le stime piu' ottimistiche ci vorranno almeno altri otto anni per mettere a punto questo tipo di vettura al livello commerciale. In questo modo si potrebbe fortemente ridurre l'incidenza della mortalita' nelle strade, che solo negli Usa provoca 37 mila vittime l'anno. Nel frattempo, le leggi della strada dovranno necessariamente adattarsi alle nuove prospettive.

(fonte: Ansa.it)

Leggi tutto...